Compagnia d’Arme
Ordo Bellatores
Tramite la consultazione di diversi trattati del 1400 e del 1500, di scuole e maestri italiani, come il “Flos Duellatorum” di Fiore de Liberi (1409), “L’Arte Cavalleresca del Combattimento” di Filippo Vadi (1482), il testo di Antonio Manciolino (1531) e la “Opera nova dell’Arte delle Armi” di Achille Marozzo (1535) e di alcuni testi anonimi, la compagnia d’arme Ordo Bellatores è in grado di organizzare spettacoli, costituiti da singoli duelli o scontri di gruppo, da dimostrazioni di scherma con spade da una mano e mezza, daga e spada, spada e scudo, bastoni, eseguiti con fedeli riproduzioni dei costumi, delle armi e delle armature del tempo.
Compagnia d’Arme

Ordo Bellatores

Tramite la consultazione di diversi trattati del 1400, come il “Flos Duellatorum” di Fiore de Liberi (1409) e maestri italiani odierni, come Antonio G. G. Merendoni, la compagnia d’arme Ordo Bellatores è in grado di organizzare spettacoli, costituiti da singoli duelli o scontri di gruppo, da dimostrazioni di scherma con spade da una mano e mezza, daga e spada, spada e scudo, bastoni, eseguiti con fedeli riproduzioni dei costumi, delle armi e delle armature del tempo.